News

Category Archive News

Everest 018

Tre giorni di proposte, idee e confronti. Solo insieme, con questa forza e questo entusiasmo possiamo davvero cambiare l’Italia.
Grazie #Everest018 ??

FI riparte, Giovinazzo, Fiuggi

Forza Italia ?? riparte …
Prossimi appuntamenti
7/8/9 settembre a Giovinazzo per #Everest018
21/22/23 settembre Fiuggi per #ItaliaeEuropachevogliamo

Disastro Ponte Morandi

Credo che il silenzio sia la migliore forma di rispetto.
E credo che la peggior mancanza di rispetto sia trattare superficialmente una tragedia.
Tra le molte dichiarazioni superficiali dei politici, suscita maggiori perplessità quella del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti (che dovrebbe essere il più cauto e competente) che accusa un po’ a caso essendo contemporaneamente “parte in causa”.
Mi permetto, allora, solo di fare un pochino di ordine sulla ripartizione di responsabilità nella previsione ed esecuzione degli interventi di gestione dell’autostrada.
1. La società concessionaria ha l’obbligo realizzare interventi di manutenzione che sono inclusi in un elenco stabilito dal Ministero della Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) ogni cinque anni (e aggiornato ogni anno) all’interno del Piano Economico Finanziario (PEF), approvato poi dal CIPE (Presidenza del Consiglio). L’eventuale responsabilità della società va, quindi, accertata attraverso la verifica della corretta esecuzione degli interventi previsti nel PEF.
2. È compito del MIT individuare gli interventi da effettuare ad opera del concessionario che non può andare oltre quanto gli viene imposto. Chiaramente vi è una dialettica tra concedente e concessionario ma il provvedimento finale è sempre di carattere autoritarivo. È quindi ipotizzabile una responsabilità del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per non aver eventualmente incluso gli interventi necessari (se possibile) nel PEF.
3. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è, poi, ente vigilante (c’è una struttura ad hoc) con la conseguenza che ha una responsabilità precisa (c.d. Culpa in vigilando), durante l’esercizio della concessione: ogni anno la struttura verifica il corretto adempimento e se la verifica ha esito positivo si aggiorna il PEF con i dati di traffico nuovi. La verifica degli interventi e della corretta esecuzione avviene quindi ogni anno.
4. La revoca della concessione avviene per mutazione del pubblico interesse e comporta un indennizzo al concessionario. Per inadempimento, invece, si applica la decadenza.
5. Anche volendo ammettere che il Ministro parlasse in modo atecnico di decadenza, ciò è incompatibile con la previsione di finanziare le opere con il PEF di Autostrade. Se c’è decadenza, decade anche il PEF, ovviamente.
6. In conclusione, l’analisi delle responsabilità, oltre che alla società concessionaria, deve estendersi anche al MIT stesso in quanto titolare di altrettante competenze.

Vaccini: Governo Irresponsabile

Vaccini: governo irresponsabile su proroga.

La maggioranza e il governo hanno introdotto nel Milleproroghe surrettiziamente lo slittamento dell’obbligo vaccinale per i bambini che frequentano i nidi, le scuole materne e le altre scuole. E’ una vergogna assoluta,  ho ribadito oggi è londico da medico, scherzate sulla salute dei meno protetti e di chi non può decidere per sè: i bambini.  sappiate che sono morte recentemente due bambine di pertosse, è davvero inimmaginabile prorogare per un anno l’obbligo vaccinale, chi non vaccina i propri figli commette un gravissimo reato. E non sarà possibile, come sostiene il governo, che si faranno le classi differenziate con gli immunodepressi in un lato e gli altri bambini dall’altro. Non è una soluzione praticabile, basterebbe parlare con i presidi, con chi vive la scuola. Vi siete assunti una responsabilità più grande di voi.

DDL anti violenza medici presentato

Sanità: ddl antiviolenze medici già presentato Ministro della salute arriva tardi. Il ministro della Salute arriva in ritardo. Sulla grave emergenza delle aggressioni e violenze al personale medico e paramedico negli ospedali e nelle altre strutture sanitarie, Forza Italia al Senato, prima firmataria la sottoscritta, ha presentato a inizio legislatura un disegno di legge. Basterebbe calendarizzarlo e esaminarlo urgentemente, magari in sede deliberante in Commissione. In esso si prevede che i medici e paramedici in servizio siano equiparati ai pubblici ufficiali, si istituzionalizzano inoltre i presidi delle Forze dell’ordine a tutela delle strutture sanitarie e di questo delicato e indispensabile lavoro divenuto purtroppo a rischio. Si prevede tutta un’organizzazione che consentirebbe ai sanitari di svolgere la loro attività in assoluta sicurezza a beneficio anche dei pazienti. Auspico che il ministro Grillo passi davvero dalle parole ai fatti, peraltro, dopo la non felice performance di ieri quando ha avallato in Senato l’approvazione nel Milleproroghe dello slittamento di un anno dell’obbligatorietà delle vaccinazioni. Una pagina davvero tra le peggiori di questa singolare legislatura. Vediamo se su quest’altra questione saprà riscattarsi un po’.

Pesssimo, Decreto Dignità..

Un Decreto che rivela il contrario di ciò che promette:

Diminuisce le assunzioni invece di aumentarle, favorisce il lavoro nero, aumento i costi  del lavoro, aumenta i contenziosi lavoratori/imprese, diminuisce l’internazionalizzazione delle imprese.

500.000 Posti di lavoro a Rischio!

Uno dei motivi per cui alla Camera dei Deputati Forza Italia ha presentato numerosi emendamenti al dl dignità è stato proprio la preoccupazione su un incremento della disoccupazione, come già oggi certifica purtroppo l’Istat.
Il dl Dignità non è stato ancora approvato, ma l’incertezza sulle norme e la mancanza di fiducia si riflette già sui numeri degli inoccupati soprattutto per quanto riguarda i giovani e le donne.
Noi staremo sempre dalla parte dei lavoratori, ingessare i contratti e complicare la vita alle imprese non produce meno precariato ma meno occupazione.
Forza Italia, anche in Senato, cercherà in tutti i modi di correggere il testo attraverso proposte emendative di buonsenso. Le uniche in grado di risollevare il sistema Paese attivando politiche di lavoro, crescita e sviluppo.

Solidarietà per Daisy Osakue

Quanto accaduto alla nostra Daisy Osakue è un atto di violenza inaudita, inaccettabile e, soprattutto, da non sottovalutare o minimizzare in alcun modo.
Forza Italia è per tradizione fortemente contraria ad ogni gesto di intolleranza e a ogni forma di razzismo e xenofobia.
Ci uniamo pertanto al giusto coro di sdegno per quanto avvenuto ed esprimiamo la più sincera e profonda solidarietà all’atleta italiana e alla sua famiglia.

Approvazione Nostro Decreto!!

??Vittoria di Forza Italia! ??️

Nel 2018 un’impresa o un libero professionista in credito con la pubblica amministrazione potrà compensare con le tasse da pagare.

Siamo riusciti a far approvare il nostro emendamento al “decreto Di Maio”.
????

TAV opera essenziale !!

La frenata di Palazzo Chigi sul no dei Cinquestelle alla Tav Torino-Lione non ci tranquillizza per nulla. È più un modo per placare i dissidi con la Lega favorevole all’opera che una presa di posizione netta e chiara per la realizzazione della nuova linea ferrata. Al netto di quanto pensi o non pensi Conte, lo stop alla Tav sarebbe l’ennesima follia dei Cinquestelle dopo il decreto Dignità che sconvolgerà l’attività delle imprese. Non ci stancheremo di ripetere che la Tav è un’opera essenziale per l’Italia, per l’Europa e ovviamente per il Piemonte. È un’opera, al pari del Tap, sostenuta da un trattato internazionale con la Francia, la cui mancata attuazione farebbe perdere tanti soldi all’Italia e, ancor peggio, farebbe crollare la credibilità e l’affidabilità in Europa del nostro Paese. Capisco che i Cinquestelle non hanno la capacità per comprenderlo ma questi sono i fatti e noi intendiamo ribadirli rivendicando l’azione dei nostri governi che ora rischia di essere distrutta da un manipolo di incompetenti e novelli estremisti andati al governo. Ci aspettiamo che la Lega tenga la barra dritta facendo valere quanto ha realizzato insieme a noi, questo è un passaggio politico molto importante.