International Day of the Girl Child

International Day of the Girl Child

L’11 ottobre è la Giornata Mondiale delle bambine e delle ragazze (International Day of the Girl Child). Promossa dalle Nazioni Unite e giunta nel 2018 alla settima edizione, la Giornata ha lo scopo di sensibilizzare governi e opinione pubblica sulle condizioni, spesso davvero disperate e difficili, nelle quali sono costrette a nascere e crescere le bambine e le ragazze.
Bisogna impegnarsi in azioni efficaci per la protezione dei bambini e in particolar modo delle bambine, attraverso l’elaborazione di politiche e piani specifici di sensibilizzazione per la prevenzione e il contrasto della violenza e le discriminazioni di genere, il bullismo e il cyberbullismo .
E’ fondamentale istituire una Commissione per l’infanzia e adolescenza, che deve occuparsi nello specifico della tutela dei minori. Dagli abusi alle violenze cui sono sottoposte milioni di bambine nel mondo, all’annoso problema delle spose bambine e delle mutilazioni genetiche.
I dati riguardanti tutto questo sono purtroppo in crescita nel mondo e in Italia. Bisogna promuovere azioni efficaci per il monitoraggio, la prevenzione e il contrasto della violenza e degli stereotipi di genere, ma anche interventi concreti per sensibilizzare i propri cittadini, specie i più piccoli.
#InternationalDayoftheGirlChild

FI boccia il Def.

Forza Italia boccia in commissione il #Def.
La #sanità continua ad essere penalizzata e a rimanere fuori dall’agenda politica nonostante gli annunci e le promesse da parte del governo. Noi diciamo NO!
Seguite domani il mio intervento in aula.

Convegno FMSI

Questa mattina ho partecipato al convegno della Federazione Medico Sportiva Italiana #FMSI per parlare di prevenzione, lotta alle malattie non trasmissibili e riduzione del rischio.
Una lotta politica, sociale ed economica.
#prevenzione #cura #malattie #salute

Buon Compleanno Presidente!

Tanti auguri a un grande uomo, a un grande Presidente che ha ancora tanto da insegnare a ciascuno di noi.
Buon Compleanno Presidente Silvio Berlusconi 🇮🇹

Genova, il Governo dov’è?

Nel 2009 il Governo Berlusconi emanó in meno di venti giorni dal terremoto il decreto L’Aquila.
Oggi dal #GovernodelCambiamento scopriamo che il famoso decreto Genova è bloccato dalla Ragioneria dello Stato per mancanza di coperture.
Dopo 42 giorni e tanti annunci il governo Conte non è capace di scrivere nè di emanare un decreto urgente per Genova.
È questo il cambiamento?

L’Italia e L’Europa che vogliamo!

Leggi, condividi e aderisci con il tuo like al “MANIFESTO PER LA LIBERTÀ”.
In questo modo potrai partecipare ai congressi di Forza Italia.
Grazie per il tuo sostegno!

MANIFESTO PER LA LIBERTÀ

Noi, donne e uomini liberi d’Italia, ribadiamo la nostra fede nei principi liberali espressi nel “credo laico” di Forza Italia e lanciamo un grido d’allarme per il pericolo che tali principi corrono nel nostro Paese e in Europa.

1. La libertà è la condizione naturale di ogni essere umano. La garanzia della libertà e della dignità di ogni essere umano è la prima e più importante funzione dello Stato.

2. Negli Stati moderni il principio di libertà ha trovato la sua attuazione più compiuta nei sistemi di democrazia rappresentativa propri delle società liberali.

3. La libertà economica è condizione necessaria e non separabile dalla libertà politica, la limitazione dell’una si traduce inevitabilmente in una limitazione anche dell’altra. Il diritto di proprietà è un diritto naturale e una condizione per l’esercizio della libertà.

4. Lo Stato ha il diritto e il dovere di limitare la libertà del cittadino solo in casi estremi, previsti dalle leggi, che non possono mai avere efficacia retroattiva. I giudici devono applicare le leggi avendo come prima cura quella della tutela della libertà e della dignità della persona, dei diritti di proprietà e della sicurezza dei cittadini.

5. Questi principi, sui quali si fonda la comune civiltà europea, sono oggi minacciati dai movimenti pauperisti, giustizialisti, statalisti e ribellisti che in varie forme operano in alcuni Stati europei. Tali minacce pongono in serio pericolo le libertà civili, la libertà economica, lo Stato di diritto, il sistema delle garanzie, la separazione dei poteri, lo sviluppo, il benessere e le opportunità di lavoro per la nostra e per le future generazioni.

Questo pericolo riguarda direttamente il nostro Paese, nel quale la delusione di molti cittadini per gli errori della vecchia politica ha condotto al Governo un movimento come i Cinque Stelle, ispirato dall’invidia e dall’odio sociale, nemico delle libertà, del progresso, della democrazia rappresentativa.

Per questo, da responsabili politici di Forza Italia, facciamo appello a tutti coloro che hanno a cuore i principi liberali – persone fisiche, gruppi, categorie, associazioni, forze politiche – affinché compiano una scelta di campo e si uniscano a noi per difendere l’avvenire del nostro Paese, del nostro benessere, della nostra libertà.

Come nel 1994 è l’ora di una grande mobilitazione delle coscienze per noi che rappresentiamo l’Italia seria, onesta, concreta, fattiva.

Chiediamo di unirsi a noi anche agli italiani “dell’Altra Italia”, quella che oggi non ha una rappresentanza politica, all’Italia che crede nel lavoro, nello studio, nella competenza, nell’impegno.

Lo chiediamo per dare una speranza ai giovani, per costruire un futuro diverso per i nostri figli, per realizzare un nuovo grande progetto politico: un Centro-destra rinnovato e unito, nel quale possano riconoscersi gli italiani moderati, ragionevoli e di buon senso.

Vogliamo che quest’Italia sia protagonista della nuova stagione politica, che realizzi, a partire da noi stessi, un profondo rinnovamento, che premi il merito, la capacità e l’impegno.

Ancora una volta diciamo ad alta voce “Forza Italia!”. Siamo sicuri che l’Italia migliore vincerà ancora.

Fiuggi 2018

Dopo 3 giorni di confronto, proposte, incontri con tanti amici, tanti giovani e militanti, sulla nostra idea di Italia e di Europa, aspettiamo l’arrivo del Presidente Silvio Berlusconi.
Noi ci siamo! Forza Italia è qui! 🇮🇹
#Fiuggi2018

Giornata Mondiale Alzheimer

In occasione della Giornata mondiale dell’Alzheimer, voglio ribadire la mia attenzione a questo delicato tema. I dati sull’Alzheimer non sono incoraggianti: il numero di persone affette da questa patologia è in continua crescita. Si stima infatti che ogni 3 secondi venga accertato un caso di demenza. Diagnosticare precocemente questa malattia sarebbe importantissimo, ma ancora oggi è difficile farlo se non ci sono già nel paziente segni evidenti che limitano lo svolgimento delle sue normali attività quotidiane. E’ fondamentale poi garantire alla quota crescente di popolazione anziana una maggiore e migliore integrazione sociale, culturale, civile ed economica.
L’Italia deve essere sempre più attrezzata per questo. Occorrono quindi indirizzi politici chiari da parte del Governo e delle Regioni che devono intervenire investendo nella ricerca e sensibilizzando gli adulti, i giovani e gli anziani su una patologia neurodegenerativa che purtroppo incide pesantemente sulla vita di molte famiglie e che purtroppo, in base agli ultimi dati, colpisce sempre più persone in tutto il mondo.

Presto gli Italiani saranno Liberi!

“Da questa riunione esce la garanzia che il centrodestra è unito, funziona e non solo esiste ma anche resiste.

Sapete che il senso di responsabilità ci ha portato a dare il via alla possibilità della Lega di stipulare un accordo per andare al governo con il Movimento 5 Stelle.

Avete tutti la consapevolezza di quello che sta facendo questo governo. Non abbiamo ancora visto nulla che sia qualcosa che serve alla ripresa e allo sviluppo dell’Italia. Non ha fatto nulla della riforma del fisco, della burocrazia, della giustizia, della riforma della sicurezza, dello stato sociale di cui l’Italia ha bisogno per svilupparsi e ripartire.

Al contrario i provvedimenti che abbiamo visto sono provvedimenti lontani dal portare del bene e dei benefici all’Italia e ai cittadini. Non c’è uno solo di questi che serva a qualcosa di utile. Hanno tutti limitato la libertà sei cittadini dentro una democrazia e questo è qualcosa che ci preoccupa grandemente.

In un futuro non troppo lontano il centrodestra unito, formato da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia, tornerà alla guida del Paese. Presto gli italiani si libereranno dall’ubriacatura per i Cinque Stelle”.

Sivio Berlusconi

Conferenza prevenzione Tumori.

Riguardo ai tumori della testa e del collo oggi in conferenza stampa ho ribadito che è necessario sostenere la diffusione di una maggiore conoscenza per un riconoscimento tempestivo dei sintomi e per la diagnosi precoce. Proprio in questi giorni presenteremo alle due Camere una mozione che coinvolgerà tutte le forze politiche del Parlamento, volta a impegnare il Governo su questo tema.
La salute non deve avere colore politico.
#tienilatestasulcollo