Daily Archive 4 giugno 2018

2 Giugno, Festa della Repubblica

La #FestaDellaRepubblica ricompone la politica e le Istituzioni. Unione e rispetto della Costituzione siano punti guida per avere un Paese più libero, più unito e più sicuro.
Non dimentichiamo che il 2 giugno 1946 per la prima volta in Italia il voto viene concesso alle donne.
Noi staremo sempre dalla parte dell’Italia e dei cittadini italiani.
Libertà , solidarietà, partecipazione e centralità della persona sono valori che ci accompagneranno ogni giorno.
Viva l’Italia ??
#2giugno

Giornata Momdiale Sclerosi Multipla

In occasione della Giornata Mondiale della Sclerosi multipla che si celebra oggi, ho partecipato alla presentazione del Barometro 2018 organizzata dall’Associazione italiana sclerosi multipla che ringrazio per il lavoro profuso in questi anni. Ho voluto ribadire il mio impegno a sostegno dei pazienti affetti da sclerosi multipla e delle loro famiglie. Impegno che si è concretizzato con la presentazione di una mozione lo scorso 2 maggio a mia prima firma e di altri colleghi di Forza Italia, che impegna il Governo sul fronte sanitario, per la creazione di un registro nazionale e di un osservatorio che coinvolga tutti gli attori interessati, sul fronte lavorativo, al fine di abbattere ogni muro che ostacola l’ingresso o la permanenza nel mondo del lavoro da parte dei pazienti affetti da sclerosi multipla e sul fronte del sostegno alle famiglie che dedicano parte della loro vita per rimanere a fianco dei malati.
#bringinguscloser #50anniAISM #WorldMSDay

Donne e Bambine, ancora Vittime!!

Oggi ho partecipato al convegno Donne e Salute – Problemi e soluzioni per donne vittime di violenza fisica e psicologica.
Conosco bene le conseguenze che riportano le donne che vengono colpite e aggredite. Nella mia esperienza di chirurgo plastico ho contribuito a risolvere casi di ragazze sfigurate dall’acido.
Un numero allarmante è anche quello delle bambine (60.000) che in Italia vengono sottoposte a mutilazioni genitali.
Non è da sottovalutare il rischio delle aggressioni ai medici e agli operatori sanitari a tal proposito vorrei presentare un disegno di legge per equiparare questo tipo di come aggressione al pubblico ufficiale.
Prevenzione , coraggio e speranza questo è il mio messaggio per tutte queste donne, ragazze, bambine che dopo aver subito aggressioni tornino a vivere una vita normale, non vi lasceremo sole.

Strage di Capaci, per non dimenticare

Giovanni Falcone ci ricordava di come la pericolosa saldatura tra criminalità tradizionale e criminalità degli affari minacciasse la stessa sopravvivenza delle istituzioni democratiche e come il rafforzarsi del fenomeno mafioso negli anni fosse da ascrivere anche ad una scarsa attenzione complessiva dello Stato. Leggi più efficaci, controlli più severi ed efficienti, concreto sostegno al lavoro delle forze dell’ordine: queste sono condizioni irrinunciabili!
Sarà anche banale ricordare che la mafia non uccide soltanto con la lupara o con le bombe, ma che uccide l’economia e la vita quotidiana delle persone perbene corrompendo e infiltrandosi nelle pieghe della pubblica amministrazione. Ma è un fatto a cui si deve rispondere non con “contrattini” fasulli ma con la lotta implacabile alla corruzione, alla disoccupazione e al disagio sociale. Serve una nuova stagione politica e sociale che ponga davvero la questione dell’etica della responsabilità al centro di una azione congiunta ad ogni livello.
#CAPACIdiRicordare

Convegno Amici Onlus

Sono intervenuta al convegno organizzato da #AmiciOnlus in occasione della giornata mondiale delle malattie infettive croniche intestinali. Grazie alle associazioni dei pazienti poiché il loro lavoro e il loro ruolo di dialogo e raccordo con le istutuzioni è fondamentale.
Il compito delle istituzioni dovrebbe essere sempre quello di intervenire in base alle istanze e alle necessità dei cittadini soprattutto in campo sanitario. #giornatamondialeIBD #sanità

Convegno Immuno Oncologia

Convegno Immuno-Oncologia. Parliamo dei tumori rari e di #merkeloma con l’Osservatorio Sanità e Salute a Palazzo Valentini.

Si tratta di una forma tumorale primitiva, contraddistinta dalla comparsa – specialmente a livello della testa e del collo – di lesioni eterogenee di varie dimensioni, che solitamente si manifestano come un nodulo color carne o rosso-bluastro, duro, indolore e lucido. L’infezione da poliomavirus a cellule di Merkel rappresenta uno dei principali fattori di rischio. Una neoplasia rara, quella del carcinoma a cellule di Merkel, che in Europa rappresenta meno dell’1% di tutti i tumori maligni cutanei.

#prevenzione #cura #tumorirari

Vertice di I-Com

Oggi ho partecipato alla tavola rotonda organizzata nella sede di I-Com Istituto per la Competitività , per discutere con accademici e rappresentanti delle aziende, del ruolo del farmaco nella qualità della cura e della riforma del sistema sanitario nazionale.
#sanità #farmaci #riforme

15 maggio, Giornata della Famiglia

La famiglia è il futuro del Paese per questo dobbiamo sostenere ed investire sui nuclei familiari.
Portiamo avanti il nostro programma, abbiamo come obiettivo quello di riformare il sistema fiscale inserendo un quoziente familiare.
Nel ribadire la rilevanza della famiglia come nucleo della società, il programma di Forza Italia e del centrodestra rilancia un piano straordinario per la natalità con asili nido gratuiti e consistenti assegni familiari.
Si deve sostenere la difesa delle pari opportunità e la tutela delle donne con riconoscimento pensionistico a favore delle madri.
Chiediamo al futuro governo di ripartire proprio da questo, di mettere la famiglia al centro di ogni politica fiscale, pubblica, legislativa.
#giornatainternazionaledellafamiglia

Carlotto, un omicida in Rai

Si apprende che la Rai starebbe affidando a Massimo Carlotto, omicida, condannato a 18 anni, per aver ucciso con 59 coltellate nel 1976 la povera Margherita Magello, la conduzione di un programma sul femminicidio. Carlotto fu graziato dopo aver scontato appena sei anni di pena dal Presidente Scalfaro. Sembra di essere su ‘scherzi a parte’, invece è proprio la realtà, una realtà mostruosa e inaccettabile per la tv pubblica. Auspico che i vertici Rai vogliamo rivedere una decisione incomprensibile che suona beffarda e irrispettosa per la famiglia Magello e per il comune buonsenso.
Faccio anche un appello alla sottosegretaria con delega alle Pari Opportunità Boschi.
Faremo tutti i passi dovuti per impedire che accada tutto questo.